Copriwater montaggio

Copriwater montaggio

Copriwater montaggio

Acquistare un nuovo copriwater montaggio a parte, è stato relativamente semplice. Hai preso le misure correttamente, ha scelto il materiale ed il colore e hai effettuato l’ordine.

Adesso è arrivato il pacco e ti trovi a doverlo montare. Ma sai come farlo? Segui queste brevi istruzioni e vedrai che ti sembrerà un gioco da ragazzi!

Rimuovi il vecchio copriwater

Prima di procedere con il nuovo copriwater montaggio fai da te, dovrai rimuovere quello vecchio! I fori di fissaggio con i loro bulloni sono di solito coperti da tappi di plastica. Fai leva con un cacciavite per sollevare i tappi ed avere l’accesso ai bulloni. Svita i bulloni e rimuovi la vecchia tavoletta. Attenzione, i bulloni potrebbero essere tenuti fermi da dadi metallici. In questo caso, dovrai tenere fermi i dadi con una pinza mentre con un cacciavite sviti i bulloni.

A questo punto ti troverai davanti una tazza sporca! La zona dei bulloni non la pulisci mai e lì si annidano germi e batteri. Dovrai procedere ad una pulizia accurata prima di installare il nuovo copriwater. Potresti trovare anche tracce di ruggine, che andranno rimosse accuratamente con un prodotto specifico.

Una volta terminata la pulizia, asciuga con cura l’area di lavoro in modo da non lasciare acqua a contatto con i nuovi bulloni che andrai a mettere.

Adesso sei pronto a montare il nuovo copriwater.

Istruzioni di montaggio

A questo punto non ti resta che procedere con il nuovo copriwater montaggio fai da te.

Prendi la tavoletta e toglila dal suo imballo. Appoggiala alla tazza e fai combaciare i fori di fissaggio. Provvedi poi ad inserire le viti nei fori e avvitale nei nuovi bulloni retrostanti. Una volta fissate bene le viti, puoi coprirle nuovamente con i nuovi dadi di plastica. Ed il gioco è fatto!

Hai visto quanto era facile montare da solo il tuo nuovo copriwater?

Accessori doccia legno

Accessori doccia legno

Accessori doccia legno

Trasforma il tuo box doccia in una spa con gli accessori doccia legno! Vuoi cambiare faccia alla tua doccia dandogli un aspetto nuovo e accogliente? Puoi farlo con poche mosse e una spesa modesta, senza bisogno di ristrutturare tutto il bagno!

Hai mai pensato a sostituire gli accessori della tua doccia con oggetti in legno? Credimi, la tua doccia cambierà aspetto radicalmente ed il risultato ti stupirà!

Pedane e sgabelli e mensole in legno

Tra gli accessori doccia legno meritano una particolare menzione le pedane e gli sgabelli. Prova a sostituire il tuo vecchio tappetino antiscivolo con una solida e calda pedana in legno trattato. Il tuo box doccia acquisirà immediatamente calore e un aspetto accogliente che non aveva mai avuto!

Sostituisci i vecchi portaoggetti con mensole in legno, le troverai sia angolari che rettangolari, singole o a colonna, a prezzi accessibili. Attento però che il legno sia di buona qualità!

Se poi hai spazio, prova ad aggiungere una panca in teak sulla quale sederti per rilassarti sotto l’acqua.

Pedane mensole e panche sono accessori che puoi reperire facilmente in commercio, ma attenzione, devono essere di legno marino o di teak.

Sia il legno marino che il teak, infatti, hanno un’ottima resistenza all’acqua e sono trattati con sostanze che prevengono la formazione di muffe e funghi. Si tratta quindi di prodotti esteticamente molto belli, ma anche igienici. Sicuramente molto più igienici della plastica grazie alla loro resistenza ai parassiti.

Colonne doccia e soffioni

Ma chi ha detto che gli accessori doccia legno sono solo pedane panche e mensole? Puoi, con una spesa un po’ più sostenuta, sostituire la colonna della tua doccia, o il soffione, con una di design rivestita in legno! Si tratta di oggetti dal design molto ricercato con un’anima in acciaio inox ed un rivestimento in teak o legno marino. Doneranno alla tua doccia un tocco di raffinatezza in più!

Vedrai che, seguendo i miei consigli, in poche mosse la tua doccia si trasformerà radicalmente fino a somigliare ad una accogliente spa.

Copriwater ingiallito

Copriwater ingiallito

Copriwater ingiallito

Il copriwater ingiallito è veramente antiestetico!

Devi sapere che le macchie gialle sul copriwater di plastica sono in genere causate dall’uso di detergenti a base di candeggina. Sebbene infatti la candeggina sia antibatterica e disinfettante, è un prodotto aggressivo che col tempo danneggia e ingiallisce la plastica.

Come porre rimedio? Puoi decidere di cambiare il tuo copriwater oppure cercare una soluzione per smacchiarlo e portarlo allo splendore di un tempo.

Rimedi naturali

Ci sono diversi rimedi naturali indicati per la pulizia del copriwater ingiallito.

  • Metodo semplice e di facile realizzazione è una miscela di aceto, sale e succo di limone. Si realizza mettendo aceto e limone a bollire e, a bollore raggiunto, aggiungendo il sale. Con l’utilizzo di una spugnetta abrasiva e questa soluzione si dovrà provvedere a pulire il copriwater.
  • Se le macchie sono persistenti, si può ricorrere al bicarbonato mescolato con il perborato di sodio e poca acqua. Si ottiene una pasta leggermente abrasiva con la quale pulire la superficie macchiata. Una volta distribuita sulla tavoletta va fatta agire per circa 20 minuti prima di rimuoverla.
  • L’acqua ossigenata a 130 volumi è un altro elemento dal forte potere sbiancante che pulisce molto in profondità. Ma attenzione, se opti per questa soluzione devi maneggiarla con un paio di guanti, una mascherina e gli occhiali: si tratta di una sostanza corrosiva!

Evitare le macchie

Ora che hai sbiancato il copriwater ingiallito, devi fare attenzione a non far riformare le macchie!

Ti suggerisco, in primo luogo, di evitare tutti i prodotti a base di varechina e preferire detergenti delicati. Potresti usare la candeggina delicata, che è a base di ossigeno ed ha una potente azione sbiancante, ma non ingiallisce. Oppure potresti usare acqua ossigenata, o una soluzione di acqua e alcool. Anche il succo di limone, unito ad acqua ed alcool, può aiutarti a mantenere il tuo copriwater bianco senza rinunciare alla disinfezione.

Tavoletta copriwater

Tavoletta copriwater

Tavoletta copriwater

La tavoletta copriwater è spesso la pietra dello scandalo, nonché motivo di frequenti liti in famiglia.  Alzata o abbassata? Come lasciarla? Ogni donna ti direbbe che la tavoletta copriwater va lasciata abbassata e che ogni uomo si dimentica di farlo!

Cosa dice il buon senso

Non ci sono delle vere norme di galateo su questa cosa, ma basta regolarsi usando un po’ di buon senso.

La donna, in casa, generalmente siede sulla tavoletta copriwater e non corre il rischio di sporcarla, mentre l’uomo spesso non ha buona mira. Questo comporta che ogni volta che una donna entra in bagno debba abbassare la tavoletta per non sedersi sulla tazza gelida o per non sporcarsi. Quando poi la necessità di andare in bagno capita di notte, al buio, è facile non accorgersi della tavoletta alzata e avere una sgradevole esperienza.

Detto questo, appare logico chiedere all’uomo, o agli uomini di casa di fare un piccolo sforzo e ricordarsi, dopo aver fatto, di abbassare la tavoletta. Ma non solo, sarebbe bene anche di chiudere il coperchio!

Purtroppo, però il buon senso non sempre ha la meglio e, come testimonia un’ampia letteratura online, l’annosa lite tra uomo e donna sulla tavoletta copriwater è lungi dal placarsi.

Una questione di igiene

Ma, come accennato, non è solo la tavoletta interna che deve essere abbassata! Per una questione di igiene bisognerebbe sempre chiudere il coperchio del water prima di scaricare. Si è infatti visto che il sistema di scarico, soprattutto dei sanitari più vecchi, produce un aerosol che raggiunge distanze anche notevoli. Questo aerosol trasporta in giro i batteri fecali che possono trasmettere malattie!

È quindi estremamente importante quando si è in casa, ma anche quando si è in un bagno pubblico, abbassare la tavoletta copriwater prima di scaricare. Preservare la propria salute vale certamente quei due secondi di tempo impiegati per abbassarla!

Copriwater ovale

Copriwater ovale

Copriwater ovale

Devi sostituire il tuo copriwater ovale? Sei certo che sia una cosa semplice?

Sebbene si tratti di una forma standard, prima di acquistarlo devi fare molta attenzione per evitare di commettere errori. Considera che, una volta che lo avrai tolto dal suo imballo ed avrai rimosso la pellicola protettiva, non lo potrai più restituire. È quindi importante che tu sia attento al momento dell’ordine per non sbagliare.

Ovale tradizionale o ovale allungato?

Innanzitutto, definiamo correttamente la forma. Un copriwater ovale può essere tradizionale o allungato. Cosa vuol dire? Vuol dire che, nel primo caso, avrà una forma propriamente ovale, definito da una linea curva. Nel secondo caso la forma sarà data da due semicerchi collegati da due linee rette. Devi fare attenzione alla forma precisa perché i copriwater saranno necessariamente differenti! E, come detto, si tratta di un prodotto che, una volta tolto dal suo imballo, potrai sostituire con difficoltà.

La forma tradizionale è la più diffusa mentre quella allungata potrebbe essere più difficile da trovare. In entrambi i casi, tuttavia, devi fare molta attenzione alle misure e ai sistemi di ancoraggio per non sbagliare il tuo acquisto.

Prendi bene le misure

Una volta definita la forma esatta del tuo copriwater ovale, sei pronto ad acquistarlo. Come puoi notare facendo una breve ricerca online, è di fondamentale importanza prendere le misure in maniera accurata.

Solleva, o togli, il vecchio copriwater e armati di metro, taccuino e matita. Ecco le misure da prendere per non sbagliare nel tuo acquisto!

  • La prima misura che devi prendere è la distanza tra i due fori di ancoraggio.
  • Prendi anche il diametro dei fori di ancoraggio, se sono della misura giusta la tavoletta non si muoverà fastidiosamente quando ti siedi!
  • Misura poi la lunghezza. Parti dalla linea che collega idealmente tra loro i centri dei due fori di ancoraggio e arriva al punto più sporgente della tazza.
  • Misura la larghezza massima della seduta.

Conoscendo la forma e tutte queste misure non avrai problemi ad acquistare il tuo nuovo copriwater!